07 agosto 2020

#LoveBeirut

AVSI lancia un appello urgente: stiamo accanto a chi ha visto, in un attimo, scoppiare le finestre, crollare i muri di casa: ricostriuiamo subito le case delle famiglie povere. Ecco la lettera del Segretario Generale.

Carissime, carissimi,

L’apocalissi, come l’hanno chiamata i libanesi, che ha investito Beirut ci ha messo subito in moto.

AVSI, presente nel Paese da decenni, non ha indugiato un attimo e subito si è attivata per sostenere le persone rimaste senza casa a causa dell’esplosione, in un contesto già colpito da una crisi economica senza precedenti, dalla mancanza di lavoro, cibo, elettricità.

In questa azione, come sempre, AVSI ha bisogno del concorso di tutti.

Per questo ha lanciato una nuova campagna #LoveBeirut per raccogliere fondi per ridare un riparo e una speranza a chi vive in un Paese profondamente ferito.

In questa pagina del nostro sito Emergenza Libano. #LoveBeirut sono presentate nel dettaglio le attività che intendiamo portare avanti, speriamo grazie alle donazioni.

Il nostro staff dal momento dell’esplosione in poi è stato raggiunto da molti media, stampa, radio e tv, e ha testimoniato la realtà drammatica che si è trovato di fronte.

Sulla pagina Emergenza Libano. #LoveBeirut puoi trovare anche tutti i servizi pubblicati da Rai, SKY, TGcom24, Corriere della Sera, La7, Radio capital.

Tra tutti segnalo in particolare questa intervista al nostro regional manager, Marco Perini, rilasciata a Fanpage stamane “Love Beirut – “Raccogliamo fondi per ridare una casa a chi ha perso tutto” con le riprese del collega Gabriele Natta della città devastata.

 

Sperando di poter contare anche sul tuo aiuto,

Un cordiale saluto

Testo alternativo