40° MEETING DI RIMINI – NACQUE IL TUO NOME DA CIÒ CHE FISSAVI 18-24 AGOSTO 2019

25/07/2019

Quello a cui stiamo assistendo nel nostro tempo è qualcosa di nuovo, di inedito: non bastano più le parole abituali per afferrarlo, e le ...

BUONE NOTIZIE da AVSI – Aggiornamenti sulla campagna tende 2018/2019

24/06/2019

Aggiornamenti sulla campagna tende 2018/2019 Siria / Il tuo 5×1000 ad AVSI per Ospedali Aperti Vi ricordate Ibrahim, il papà testimonial della nostra campagna ...

MEET THE MEETING

07/06/2019

  «Nacque il tuo nome da ciò che fissavi» 18-24 agosto 2019 | Fiera di Rimini  XL edizione Meeting per l’amicizia fra i popoli ...

Un piano realistico per (e con) l’Africa

11/04/2019

Ha una forza divisiva l’Africa. Di qua gli euforici, convinti che «è il nostro futuro», di là i depressi del «non ce la farà ...

Siria. Ospedali Aperti – secondo anno di solidarietà

Come risposta concreta alla domanda di aiuto del popolo siriano, grazie all’iniziativa del card. Mario Zenari, nunzio apostolico in Siria, e all’appoggio del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, è stato ideato nel 2016 ed è divenuto operativo nel 2017 il progetto “Ospedali Aperti”. L’obiettivo principale è quello di assicurare l’accesso gratuito alle cure mediche ai siriani poveri, attraverso il potenziamento di tre ospedali non profit: l’Ospedale Italiano e l’Ospedale Francese a Damasco, e l’Ospedale St. Louis ad Aleppo. 

 

Brasile. Bem-vindo: accoglienza dei migranti venezuelani

A Roraima, lo stato più settentrionale del Brasile, nella città di Pacaraima arrivano 500 persone al giorno. Sono i migranti venezuelani che, per fuggire da uno stato di povertà e grave crisi del loro paese, dal 2017 attraversano la frontiera alla ricerca di un futuro migliore. Entrati in Brasile percorrono altri 200 km per arrivare a Boa Vista, capitale dello stato di Roraima, che conta 375.000 abitanti e attualmente accoglie oltre 30.000 venezuelani. AVSI, insieme ad UNCHR, gestisce tre strutture di accoglienza a Boa Vista e assiste più di 1.500 persone.

 

Italia. La casa allargata per condividere i bisogni

Le Suore di Carità dell’Assunzione presenti oggi a Torino, Milano, Trieste, Roma, Napoli e Madrid costituiscono una realtà sociale che opera nell’ambito dell’assistenza domiciliare: l’intervento in casa, la cura infermieristica, l’accoglienza diurna dei minori, l’impegno educativo nel rapporto con la scuola e con la famiglia, la collaborazione con gli enti locali e i servizi sociali. Entrare nelle case condividendo i bisogni più elementari dalla malattia al sostegno alla cura dei figli: questa è la missione delle Suore di Carità dell’Assunzione che AVSI vuole sostenere attraverso il progetto della Campagna Tende di quest’anno.

Burundi e Kenya. Work to stay, il lavoro per vincere la povertà

Il Burundi e il Kenya sono paesi dell’Africa Orientale con un diverso livello di sviluppo economico, ma le zone rurali sono molto simili per la forte presenza della cultura tribale nella vita quotidiana. Il Burundi è uno dei paesi più poveri al mondo, mentre il Kenya ambisce a uscire dalla lista dei paesi in via di sviluppo entro il 2030, ma conta ancora 20 milioni di persone che sopravvivono con circa un euro al giorno. È importante, quindi, offrire alle famiglie più povere gli strumenti per migliorare la propria condizione partendo dal rafforzamento della capacità economica.